Cotignola (RA)

571a Edizione della SEGAVECCHIA

Organizzata dalla Pro Loco di Cotignola 

Torna dopo 2 anni di fermo causa Covid-19 la Segavecchia di Cotignola: mostre, spettacoli, aperitivi e stand in centro.

Tanti gli appuntamenti per la 571esima edizione della festa  che puntuale come sempre (dal 1451!) nel bel mezzo del periodo di Quaresima, fra tradizione e novità, ogni anno viene proposto un cartellone ricco di eventi che in quattro giorni culmina con la grande sfilata della domenica, al termine della quale viene bruciato il grande pupazzo della “Vecchia”.

La leggenda racconta che il Duca di Milano Francesco 1°, figlio di Muzio Attendolo Sforza di Cotignola, avesse concesso ai sudditi la facoltà straordinaria di celebrare il Carnevale anche in Quaresima, come svago e ringraziamento per aver scampato un grave maleficio di cui fu accusata una vecchia, arsa sulla pubblica piazza in un freddo giorno di marzo di oltre cinque secoli fa.

Ancora oggi, i cotignolesi, fortemente legati alle origini come tutte le genti di Romagna, ricordano la vecchia con una grande sfilata carnevalesca guidata dall’enorme figura di cartapesta della locale Scuola Arti e Mestieri.

Due sono le sfilate: una in notturna, la sera del giovedì, l’altra il pomeriggio della domenica seguente. Ed è al termine della seconda che la “Vecchia” viene condannata, decapitata e quindi bruciata in piazza.

In Evidenza


Newsletter


    About Us

    Nasce con l’idea di valorizzare ogni sport, soprattutto quelli minori e di portarli al top delle performance

    Partner Events